Il Festival

Astronomia arti e intrattenimento.
L'Universo Accessibile è il 1° Festival Nazionale che unisce divulgazione scientifica dell'Astronomia con la musica, le arti visive, il teatro. L'Istituto Nazionale di Astrofisica, l'Ente Spaziale Italiano, e i più grandi istituti scientifici nazionali insieme per dare una visione della cultura astronomica vicina ai linguaggi e ai consumi culturali contemporanei.

Offerta didattica per le Scuole

Didattica tra le stelle. Un programma completo che permette la visita al Planetario, la Mostra del Muse di Trento e un laboratorio di robotica di discienza. Un modo unico per far conoscere agli alunni il fascino del mondo dell'astronomia.

Spettacoli al Planetario

Vivere l'esperienza del Planetario può cambiare la nostra visione dell'Universo. Il Festival Nazionale dell'Astronomia offre la possibilità di vedere una serie di spettacoli unici, da "I Buchi Neri", al "Viaggio nel Cosmo". Prenota subito.

Laboratori di robotica

Imparare a costruire un robot e controllarlo con il pensiero, creare una "propulsione a razzo", queste alcune delle parti di una lezione didattica straordinaria che permette ai bambini e ragazzi di toccare con mano i principi della robotica

Mostra interattiva

Il Museo delle Scienze di Trento è presente al Festival con una collezione di postazioni didattiche che permettono, in maniera interattiva, di comprendere alcuni principi fondamentali della fisica dei pianeti e della storia dell'Astronomia

Eventi

Partecipa ai nostri eventi!

Spettacolo e divulgazione. Questa la cifra distintiva del 1° Festival Nazionale dell'Astronomia. Guarda il calendario in continuo aggiornamento.

  • Meet LHC

    In piazzetta Palombo con la 'particella di Dio' Il contributo dell'Italia al Cern nella serata del Festival dell'Astronomia Leggi il comunicato

  • *

    Nel borgo di Ferrazzano incontro scientifico e a seguire, osservazione guidata del cielo stellato con tre postazioni diverse: belvedere, terrazza teatro e campanile chiesa Santa Maria Assunta.

  • *

    Ore 19:30 a Oratino: Il quinto appuntamento del Festival dell'Astronomia: “Il fascino dell’infinitamente piccolo. Cercando l’essenza dell’universo”

Le Attività

Cosa facciamo?

Spettacoli Planetario

Presso: Palazzo Ex GIL
è gradita la prenotazione al numero +39 3317772460
A cura di:


Prospetto Orari

Venerdì
  • inizio: 17:30 fine: 18:15 - Buchi Neri
  • inizio: 18:30 fine: 19:15 - Il Cielo del Mese

Sabato
  • inizio: 17:30 fine: 18:15 - Viaggio nel Cosmo
  • inizio: 18:30 fine: 19:15 - Buchi Neri

Domenica
Mattina
  • inizio: 11:00 fine: 11:45 - Viaggio nel Cosmo
  • inizio: 12:00 fine: 12:45 - Buchi Neri
Pomeriggio
  • inizio: 17:30 fine: 18:15 - Il Cielo del Mese
  • inizio: 18:30 fine: 19:15 - Viaggi nel Sistema Solare
  • inizio: 19:30 fine: 20:15 - Buchi Neri

Vivere l'esperienza del Planetario può cambiare la nostra visione dell'Universo. Il Festival Nazionale dell'Astronomia offre la possibilità di vedere una serie di spettacoli unici, da "Il Cielo del Mese" , a "I Buchi Neri".


Il cielo del mese:

Il cielo notturno: la nostra finestra sul cosmo. In questo spettacolo andremo alla scoperta delle meraviglie che popolano le notti di marzo. Grazie al planetario, che riprodurrà fedelmente la volta celeste, riconosceremo le principali costellazioni, le stelle più brillanti e impareremo ad orientarci trovando la Stella Polare. Tra le stelle del Cancro vedremo brillare il pianeta Giove e ci lasceremo affascinare da splendide nebulose e galassie.

  • Sabato - inizio: 18:30 - fine 19:15
  • Domenica - inizio: 17:30 - fine: 18:15

Viaggio nel Sistema Solare:

Nella periferia della nostra galassia, la Via Lattea, c'è una piccola stella chiamata Sole attorno alla quale orbitano otto pianeti e altri strani corpi celesti; insieme formano il cosiddetto Sistema Solare. Il planetario si trasformerà in un'astronave che ci permetterà di sorvolare questi strani mondi, così diversi dal nostro pianeta Terra e a volte molto bizzarri. Visiteremo il caldissimo Venere dove piove acido solforico, cercheremo di svelare i misteri di Marte, vedremo delle strane lune solcate dalle eruzioni di vulcani freddi e pianeti giganti fatti di gas.

  • Domenica - inizio: 18:30 - fine: 19:15

Viaggio nel Cosmo:

In questo spettacolo cercheremo di comprendere le dimensioni del nostro Sistema Solare, della nostra galassia e dell'universo osservabile. Incontreremo, durante il nostro viaggio, stelle molto diverse dal nostro Sole, altri sistemi planetari, nebulose e galassie lontane. Viaggeremo nello spazio e nel tempo usando la nostra immaginazione per varcare il limite della velocità della luce.

  • Sabato - inizio: 17:30 - fine: 18:15
  • Domenica - inizio: 11:00 - fine: 11:45

Buchi neri:

Un documentario prodotto dal Museo di Scienze naturali di Denver che ci aiuterà a comprendere, con l'aiuto di spettacolari effetti di computer grafica, uno degli oggetti più misteriosi e affascinanti del nostro universo: i buchi neri.

  • Venerdì - inizio: 17:30 fine: 18:15
  • Sabato - inizio: 18:30 - fine: 19:15
  • Domenica - inizio: 12:00 - fine: 12:45
  • Domenica - inizio: 19:30 - fine: 20:15

Mostra Spaziale!

Presso: Scuola Enrico D'Ovidio
Prenota subito al numero +39 3317772460

La mostra ha una caratterizzazione tradizionalmente interattiva e quindi con un obiettivo fortemente educativo, senza naturalmente tralasciare alcuni aspetti più “leggeri” legati all’intrattenimento del pubblico.


Argomento trainante dell’esposizione è l’astronomia con tutto il suo bagaglio scientifico: quindi molta fisica, matematica, geometria e le scienze naturali, ma anche la filosofia e la storia e le derive più fantastiche della scienza. Il filo rosso narrativo è costituito dalla rappresentazione della natura che l’umanità si è fatta nel corso dei secoli, riferita in particolar modo agli spazi siderali: la luce, le distanze, le masse e i movimenti dei corpi celesti che sono poi i nuclei fondanti dell’astronomia, così come gli strumenti stessi a disposizione degli astronomi (e degli scienziati in generale) per conoscere l’Universo.

Leggi di più...

Orari Visite Guidate

Venerdì e Sabato - apertura: 18:30 chiusura: 19:30

Domenica mattina - apertura: 10:30 chiusura: 13:30

Domenica pomeriggio - apertura: 18:30 chiusura: 19:30

Laboratori di Robotica

Presso: Scuola Enrico D'Ovidio
Prenota subito al numero +39 3317772460

A cura di:

DiScienza è un’associazione senza scopo di lucro che opera nel settore della comunicazione scientifica con l’obiettivo di sviluppare e diffondere la conoscenza di scienza e tecnologia in maniera dinamica e interattiva. L’associazione si offre come ponte fra il mondo della ricerca e il grande pubblico attraverso l’ideazione e l’organizzazione di eventi ed esperienze didattiche interattive e coinvolgenti. Le attività vengono progettate e realizzate con lo scopo di stimolare la curiosità, la riflessione e l’interdisciplinarietà.

Circuidi-dò!

Un laboratorio per insegnare ai più piccoli che cos’è l’elettricità in tutta sicurezza. Attraverso della plastilina conduttiva e isolante i partecipanti saranno in grado di creare piccoli circuiti connessi ad una batteria. Basato sul progetto Squishy Circuits della Dott.ssa AnnMarie Thomas della St. Thomas University, Circuidi-dò si pone l’obiettivo di introdurre in un’ora i concetti base dell’elettronica con un metodo insolito, divertente e pratico. I partecipanti saranno divisi in piccoli gruppi e invitati a sperimentare con le proprie mani la costruzione di circuiti con plastilina conduttiva e innocue componenti elettroniche come Led e Buzzer. L’esperienza estremamente personale permette di applicare in autonomia e con creatività le nozioni basilari che regolano l’elettronica sfruttando la semplicità e l’aspetto ludico della plastilina, sarà possibile esplorare le differenze fra circuiti in serie o parallelo, la costruzione di semplici interruttori o il concetto di resistenza, tutto attraverso le proprie mani. Ai vantaggi educativi si aggiunge la totale sicurezza dell’esperienza, la plastilina è realizzata con componenti alimentari e atossiche mentre le parti elettroniche utilizzano delle comuni batterie da 9 volt.
Età 6-11 anni

Air Power

Un laboratorio per scoprire tutti i segreti della propulsione a razzo e realizzare macchine e razzi spinti semplicemente dall'aria. E' infatti un semplice principio fisico quello che permette l'uomo di esplorare lo spazio, lo stesso alla base di macchine e razzi che verranno realizzati dalle mani degli studenti. Attraverso il gioco, la creatività e la manualità i partecipanti realizzano, utilizzando carta, cartoncini, palloncini e materiali di riciclo dei divertenti razzi e macchine che possono portare con sé.
Età 8-11 anni

Officina Robot

Come costruire il più semplice dei robot a partire da materiali di uso comune? Ecco un vero e proprio tavolo da lavoro dedicato alla costruzione di piccoli robot, per scoprire i rudimenti dell’elettronica e della robotica utilizzando materiali poveri e di recupero. Officina Robot è un laboratorio didattico durante il quale i partecipanti applicano in completa autonomia creativa semplici nozioni di meccanica e di robotica, sfruttando la semplicità e l’aspetto ludico degli strumenti a loro disposizione. Un’occasione unica, inoltre, per favorire il lavoro di squadra.
Età 8-13

Mind Bot

Controlla un robot con la forza del pensiero e sfida gli amici in una gara 1vs1 usando le tue onde cerebrali! Utilizzando un dispositivo in grado di leggere il livello di concentrazione e di rilassamento, i partecipanti potranno guidare dei rover, con l’obiettivo di superare delle prove di difficoltà crescente e di sfidare gli avversari. Un laboratorio ideato per avvicinare i partecipanti alla Brain Computer Interface, uno dei più interessanti ambiti di sviluppo scientifico del futuro: un sistema che permette di controllare il funzionamento di un dispositivo attraverso l’attività cerebrale. Il rover è completamente ‘fai da te’, per dimostrare ai partecipanti come sia possibile riappropriarsi degli strumenti tecnologici reinventandoli in maniera creativa e divertente.
Età 13-18

ArduSumo

ArduSumo è un laboratorio didattico di robotica applicata, ideale per gli studenti di scuola secondaria, sia di primo che di secondo livello. I ragazzi saranno coinvolti e accompagnati in una vera e propria competizione di robot-sumo, l’antico sport di lotta giapponese in versione robotica. Una fase didattica, breve ed intuitiva, li introdurrà alla programmazione e all’utilizzo della piattaforma Arduino, nonché alla struttura e alla fisionomia del robot che utilizzeranno, fornendo nozioni base di logica, robotica e programmazione. A questa seguirà la vera programmazione del software, alla quale i ragazzi potranno approcciare a diversi livelli, in base alle proprie attitudini e conoscenze; da un modello già preesistente, modificando alcune variabili, definiranno le caratteristiche del proprio robot. La gara sarà il momento finale, in cui il lavoro attuato in fase di programmazione darà i suoi frutti.
Età 11-18

Orari di apertura al Pubblico:

Venerdì, Sabato e Domenica- apertura: 17:30 chiusura: 19:30

Là, dove tace il vento

La trasfigurazione dello Spazio nelle visioni di Franco Bastianelli / Giuliano Cardellini

Presso: Scuola Enrico D'Ovidio
Prenota subito al numero +39 3317772460


Franco Bastianelli


Giuliano Cardellini

L’uno scultore e pittore, l’altro poeta. Franco Bastianelli, Giuliano Cardellini e la fusione di linguaggi diversi per una sola espressione artistica.


Ventiquattro tavole di grandi dimensioni per una grande Installazione, il racconto di un viaggio nello spazio e la fascinazione di mondi “altri”, mondi lontani che divengono metafora dell’ignoto, emblema dell’umana avventura. Visioni elaborate in pittura materica che portano con sé frammenti, graniglie di vetro, tracce di colore per alimentarsi di parole. Pittura fra cromatiche astrazioni, ma anche tavole descrittive e pittura che si fa scultura, percorso intrecciato a poesia visiva per una dimensione che guarda alla genesi della vita, alla ricerca delle origini della materia, alla sete di conoscenza, ma vuole essere anche emblema di ricerca interiore. Nell’ambito di un Festival che indaga il tema dell’Astronomia a diversi livelli si inserisce il linguaggio dell’Arte con la sua grande forza di mediare passioni e tensioni dell’esistenza. L’Arte che diviene aspetto imprescindibile della esperienza umana e testimonianza di un agire che ha sete di conoscenza, avventura ed esigenza di bellezza. Le ragioni di una mostra come evento nell’evento che si tiene in un anno particolarmente significativo per la ricerca spaziale, motivo ispiratore del lavoro dei due artisti: il viaggio della sonda Rosetta che ha fotografato ed è atterrata su una cometa dal colore triste, ma anche il lungo viaggio nello spazio di Samantha Cristoforetti, la prima donna astronauta italiana a vivere nello spazio. Il viaggio di Bastianelli e Cardellini è quello della immaginazione che attinge al vero e dà origine ad opere come radici che rimandano al grande libro dell’Universo. Una base di lamiera con tracce di ruggine, o in parte divorate dalla ruggine, quasi una memoria di un incessante “panta rei” e le opere ci restituiscono ora, un satellite che nasce da una miriade di frammenti vetrosi ammantati d’azzurro e bagliori di luce gialla, ora una superficie che ospita una serie caotica di elementi ferrosi ad evocare le scorie che l’uomo lascia nello spazio ma anche una sorta di Big Bang da cui tutto ha avuto (?) origine. Una riflessione in versi e materia che conduce al mistero della creazione e al dialogo (im)possibile col divino. Il ritmo compositivo di un tutto con forme di corpi celesti e corpi meccanici, di cromie in polvere, di rilievi, e le parole, in smalto e metallo, daranno origine ad una sola poesia. Quando un “attonito silenzio”, o “scaglie di infinite aurore” ci trasportano in una materica dimensione, dove è possibile ascoltare l’Universo e lasciarsi cullare dall’ Infinito che è fuori e dentro di noi. Fra mistero e interrogativi, fra luce e buio, una enigmatica installazione conclude il percorso espositivo per indagare “l’odore dello spazio”.


Il presidente dell'INAF Giovanni Bignami in visita alla mostra.


Orari di apertura al Pubblico:

Venerdì e Sabato - apertura: 17:30 chiusura: 19:30

Domenica mattina - apertura: 10:30 chiusura: 13:30

Domenica pomeriggio - apertura: 17:30 chiusura: 19:30

Gli Orari


Info e Prenotazioni

da Martedì a Domenica 9.00 – 20.00

è gradita la prenotazione +39 3317772460

sede: Scuola E. D'Ovidio, Via Roma, 41, Campobasso


Per le Scuole

da Martedì a Sabato 9.00 – 17.00

prenotazione: +39 3471231753


Per il Pubblico

Planetario

Venerdì
"Buchi Neri" 17.30
"Il Cielo del Mese" 18.30

Sabato
"Viaggio nel Cosmo" 17.30
"Buchi Neri" 18.30

Domenica Mattina
"Viaggio nel Cosmo" 11.00
"Buchi Neri" 12.00

Domenica Pomeriggio
"Il Cielo del Mese" 17.30
"Viaggio nel Sistema Solare 18.30
"Buchi Neri" 19.30

il planetario è situato: Palazzo Ex GIL, ingresso da Via Gorizia (retro del palazzo)



Mostra Spaziale
Visiste Guidate

Venerdì e Sabato 18.30

Domenica 10.30 e 18.30

presso: Scuola E. D'Ovidio, Via Roma, 41, Campobasso


Laboratorio di Robotica

Venerdì Sabato e Domenica 18.30

presso: Scuola E. D'Ovidio, Via Roma, 41, Campobasso

I Partner

Contattaci

Compila i campi per avere informazioni

Ciao il mio nome è Nome Cognome sto cercando maggiori informazioni. Puoi rispondermi all'indirizzo inserisci la tua e-mail oppure al telefono.
In attesa di risposta.

Grazie. Abbiamo ricevuto il tuo messaggio, avrai una risposta nel minor tempo possibile.

Scuola elementare E. D’Ovidio, Via Roma 41.
86100 Campobasso